Le 5 cose che dovreste davvero guardare in un partner

Quali sono le qualità più importanti per un rapporto felice? Quali sono le cose più importanti a cui dare priorità se si vuole avere una relazione felice e di successo?

La maggior parte di noi ha una lunga lista di caratteristiche che vorrebbe nel proprio partner perfetto, caratteristiche che spaziano dai tratti generali (deve essere: intelligente, gentile, divertente, avventuroso) a competenze e interessi specifici – (deve essere: una buona cuoca, politicamente attivo, deve amare il calcio o viaggiare).
Decenni di ricerca sulla soddisfazione e longevità delle relazioni hanno evidenziato alcune qualità chiave che si possono individuare nella fase iniziale della relazione:

  1. La gentilezza, la lealtà, e la comprensione (non il look, il sex-appeal e lo status sociale).
    Quando si chiede alle persone di elencare le qualità più importanti di un potenziale partner, la gentilezza, l'attrazione fisica, una personalità eccitante, e il reddito tendono a essere in cima alla lista. Ma una volta che si è effettivamente coinvolti in una relazione, alcuni di questi tratti diventano più importanti di altri. La ricerca ha rilevato che coloro i quali hanno partner che rispecchiano i loro ideali in termini di calore e fedeltà hanno rapporti più soddisfacenti . Avere un partner che incontra i propri ideali in termini di attrattività fisica, sex-appeal, status sociale e ricchezza, d'altra parte, non per forza ha una correlazione diretta con la soddisfazione all’interno del rapporto. Questa ricerca ha anche scoperto che avere un partner che ha avuto un calo in termini di attrattività, di status sociale e di sex-appeal non ha influenzato la soddisfazione del rapporto se questo partner è stato anche molto caldo, gentile e leale. In altre parole, quei tratti più "superficiali" non erano importanti per tutti coloro i cui partner erano gentili, comprensivi, e leali.
  2. Somiglianza.
    Si dovrebbe cercare qualcuno che sia simile a te. Un grande numero di ricerche mostrano che siamo attratti da persone che sono simili a noi, in particolare coloro che condividono i nostri atteggiamenti e valori. E, infatti, le coppie simili sono più felici. La ricerca ha dimostrato che le coppie che condividono i gusti, gli interessi e le aspettative tendono ad incontrare meno conflitti. Quando ad entrambi i partner piacciono lo stesso tipo di cibo, film, o hobby, e hanno gli stessi atteggiamenti verso equilibrio tra lavoro e tempo libero, l'educazione dei figli e obblighi sociali, vi è poco materiale su cui litigare.
  3. Coscienziosità.
    Coscienziosità è l’arte di essere affidabile, pratico, di seguire dei metodi, e di organizzarsi. Questo potrebbe non sembrare il più sexy dei tratti, ma è un buon pacchetto per un compagno a lungo termine. Le persone che sono coscienziose tendono a portare questi tratti nelle loro relazioni e sono più affidabili e degni di fiducia. Le persone che sono meno coscienziose annullano piani, non riescono a rispettare i loro obblighi in giro per casa, agiscono con noncuranza.
  4. Stabilità emotiva.
    Il tratto della personalità che influenza di più i nostri rapporti è la stabilità emotiva. Coloro che mancano di stabilità emotiva tendono ad essere lunatici, permalosi e ansiosi - tutti i tratti che rendono qualcuno più difficile da “vivere”. Coloro che hanno scarsa stabilità emotiva) hanno molte più probabilità di avere interazioni negative e litigi con gli altri, compreso il loro partner. Essi tendono inoltre ad essere più gelosi e meno comprensivi ed hanno più probabilità di divorziare.
  5. La convinzione che si deve mettere impegno nel rapporto.
    Quando inizia un rapporto, è difficile prevedere come le cose cambieranno dopo mesi o anni insieme, e come un partner si comporterà con le inevitabili asperità della vita. Ma come è possibile pronosticare quanto si lavorerà per mantenere il rapporto felice e risolvere i conflitti?
    I ricercatori hanno identificato due gruppi principali di credenze di base sulle relazioni (ne abbiamo già parlato qui): Rapporto-Destino Vs. Rapporto-Crescita.
    Quelli con le credenze destino pensano che le relazioni sono "destinate a durare" oppure no. Essi credono che una volta che due anime gemelle si uniscono, tutto sarà perfetto. Ma se ci sono problemi, questo è solo un segno che sei con la persona sbagliata. Al contrario, quelli che pensano al rapporto di coppia in termini di crescita pensano che i rapporti necessitano di duro lavoro e che un rapporto forte è qualcosa che si sviluppa nel corso del tempo. Essi credono che tutti i rapporti incontrano inevitabilmente problemi e che avere un rapporto più forte significa lavorare duramente per far fronte alle difficoltà che si presentano.
    Questi diversi atteggiamenti verso le relazioni hanno importanti implicazioni nel modo in cui le persone affrontano le difficoltà relazionali. Quando le persone che credono al rapporto-destino hanno un problema nel rapporto, assumono che sia un segno che la loro relazione è destinata a finire. Così essi tendono ad evitare i conflitti e si arrabbiano se si devono riconoscere i difetti del partner - perché ciò significherebbe la relazione non è destinata a durare. E quando il gioco si fa duro si arrendono invece di lavorare per riparare i danni. Al contrario, quelli che credono nel rapporto-crescita sono più aperti a parlare dei problemi lavorando per risolverli.

Queste sono solo alcune caratteristiche che si possono individuare all’inizio di un rapporto. Questa non è una lista esaustiva; ci sono altre caratteristiche associate con il successo della relazione. Il tuo rapporto destinato a fallire se il vostro partner non ha tutte queste qualità? Certamente no: Questo tipo di pensiero appartiene al rapporto-destino! Ma si è dimostrato che tutti questi fattori sono associati ai rapporti più felici e duraturi.

Ultimi articoli pubblicati

Le persone spesso usano i termini preoccupazione e ansia in modo intercambiabile, in realtà sono stati psicologici totalmente diversi. Sebbene entrambi siano associati a un generale senso di...
Quando pensi all’immagine stereotipata di psicologo, la maggior parte delle volte appresa dai film, è quello il tipo di psicologo che devi evitare.  Noi che svolgiamo questo mestiere, siamo un po’ ...
Perché curare l’ansia?
17 Ottobre 2017
L’ansia è quella condizione di malessere caratterizzata da un insieme di reazioni fisiche e mentali che compromettono la vita quotidiana di colui che ne soffre. Il soggetto con ansia si percepisce...
Quando si pensa all'intimità, ciò che può immediatamente venire in mente è l'attrazione fisica e il contatto. E questa è una componente enorme di ciò che significa essere intimi. L'intimità è...
I miti comuni e le idee sbagliate. Ecco alcuni luoghi comuni associati alla depressione:1. La depressione è più che tristezza.2. La depressione non è debolezza.3. Gli antidepressivi non ti...