Perché alcune persone non sono mai in orario

Di chi è la colpa?

Se a tutti può capitare di essere in ritardo in alcune occasioni, ho intenzione di concentrarmi sui ritardi ricorrenti, che si tratti di cinque o trenta minuti. L’essere in ritardo è significativo, soprattutto quando è abituale o si presenta in modo consistente in un rapporto.
Allora, che cosa potrebbe comunicare l’essere in ritardo? Le dinamiche di potere influenzano profondamente la gestione del tempo. Questa influenza è spesso vissuta in termini di dominio e sottomissione.

Per fare un esempio, mi limiterò a descrivere un paziente che venne da me perché il suo ritardo stava mettendo in pericolo il suo lavoro.
Il nostro lavoro su questa difficoltà offre l'opportunità di esaminare il significato di essere in ritardo.
Il mio paziente non riusciva a distinguere tra il diritto del suo capo di controllare il suo tempo durante il turno di lavoro e il controllo su di lui come persona. Si infastidiva al pensiero che il suo capo si sentisse moralmente superiore, e si preoccupava che la sua incapacità di arrivare al lavoro in orario lo confermasse. La sua protesta ha preso la forma di ritardo cronico. Il mio paziente voleva sfidare il suo capo e di andare e venire a suo piacimento. Allo stesso tempo, dal momento che desiderava l’approvazione del capo, la sua sfida è stata una fonte di insicurezza e stress. A cui si è aggiunta la paura di perdere il lavoro. Attraverso il nostro lavoro durante il percorso terapeutico, il paziente ha compreso che il suo ritardo era un compromesso tra forze opposte dentro di sé, tra il suo spirito di indipendenza in contrasto con i bisogni di approvazione che provava.

La puntualità è una questione di considerazione per gli altri. E 'un segno di buone maniere, a volte deferenza e, talvolta, esprime la volontà di cooperare. Non implica necessariamente una differenza di status. 
Esso nasce dalla prospettiva, dalla gentilezza e dall’autoaffermazione. È una necessità sociale. Dopo aver impostato il tempo per qualcosa, non è più l'occasione per una dichiarazione egoistica, o il luogo per sfogare rancori del passato.

Essere in ritardo può esprimere mancanza di rispetto. Esso implica avere altre priorità. 
L’essere in ritardo è significativo perché rivela un conflitto interno: Il mio paziente voleva fare bene il suo lavoro, ma riteneva che "il sottomettersi" al suo capo lo avrebbe sminuito come persona.

Tuttavia, dal momento che non esistono due persone uguali, il contenuto preciso di questi conflitti variano.
La terapia è uno spazio sicuro per esaminare tutti i tipi di conflitti, in particolare quelli che sono fuori della nostra consapevolezza.

Se l’essere in ritardo è un problema che vi affligge, provate questo esperimento: Selezionate un giorno e andate a ogni appuntamento con cinque minuti di anticipo. Scoprirete come ci si sente. Non solo ci si sente più potenti, ma ci si sente anche sollevati.

Per quanto i ritardatari cronici possano negarne l’importanza, il ritardo di solito ha un significato psicologico.
L’essere puntuale ci fa sentire enormemente sollevati, le lotte di potere raramente ci fanno raggiungere gli obiettivi, e consumano energia che potrebbe essere spesa meglio altrove.

Ultimi articoli pubblicati

Perché curare l’ansia?
17 Ottobre 2017
L’ansia è quella condizione di malessere caratterizzata da un insieme di reazioni fisiche e mentali che compromettono la vita quotidiana di colui che ne soffre. Il soggetto con ansia si percepisce...
Quando si pensa all'intimità, ciò che può immediatamente venire in mente è l'attrazione fisica e il contatto. E questa è una componente enorme di ciò che significa essere intimi. L'intimità è...
I miti comuni e le idee sbagliate. Ecco alcuni luoghi comuni associati alla depressione:1. La depressione è più che tristezza.2. La depressione non è debolezza.3. Gli antidepressivi non ti...
I più noti effetti dell'insonnia sono: stanchezza, diminuzione della funzione cognitiva, irritabilità e sonnolenza diurna. L'insonnia ti mette a rischio maggiore anche per altri gravi problemi di...
Vorresti trattenerti ma non riesci a smettere di controllare ogni cosa? Molte persone che entrano nel mio studio con depressione, ansia e problemi legati allo stress hanno una cosa in comune,...