Dott.ssa

Valentina Ventrella
Psicologo
Psicoterapeuta

Palermo

  • dott.ssa
    Valentina Ventrella

    Psicologo e Psicoterapeuta
    Iscritto all'albo dell'Ordine degli Psicologi
    della Regione Sicilia
    (n. 3638)
    Psicoterapeuta
    Specialista in Psicoterapia
    Cognitivo-Comportamentale

  • Formazione personale

    • Laureato in Psicologia presso l'Università degli Studi di Palermo
    • Psicologo e Psicoterapeuta iscritto all'albo degli Psicologi della Regione Sicilia con il num. 3638
    • Psicoterapeuta Specialista in Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale
    • Socio Ordinario AIAMC (Analisi e Modificazione del Comportamento e Terapia Comportamentale e Cognitiva)
    • CTU (Consulente Tecnico d'Ufficio) presso il Tribunale di Palermo
  • Esperienze professionali

    • Dal 09/2008 al 06/2011: Ha svolto attività di consulenza psicologica in favore di pazienti con problemi di tipo cardiocircolatorio presso il Servizio di Cardiologia Riabilitativa dell'Ospedale Civico di Palermo.
    • Dal 09/2007 al 06/2008: Ha svolto attività di consulenza psicologica in favore di pazienti con problemi di obesità e con disturbi dell'alimentazione presso il Servizio di Dietologia dell'Ospedale Civico di Palermo.
    • Dal 03/2005 al 09/2005: Ha lavorato presso il Servizio di Psicologia dell'Azienda Usl n.6 di Palermo.
    • Dal 09/2004 al 03/2005: Ha lavorato presso il Consultorio Familiare dell'Azienda Usl n.6 di Palermo.
  • Di cosa mi occupo:

    Disturbi d'ansia

    L'ansia è una delle emozioni di base che permette all'individuo di attivarsi, di affrontare una situazione percepita come pericolosa.

    Leggi tutto

  • Di cosa mi occupo:

    Disturbi alimentari

    Sono alterazioni patologiche nel modo di alimentarsi e di nutrirsi e tutti quei comportamenti finalizzati al controllo del peso corporeo, che danneggiano in modo significativo la salute fisica o il funzionamento psicologico.

    Leggi tutto

  • Di cosa mi occupo:

    Disturbi dell'umore: depressione

    La depressione è un disturbo dell'umore invalidante, i cui sintomi privano la persona delle energie e delle risorse per affrontare la vita.

    Leggi tutto

  • Di cosa mi occupo:

    Disturbi Sessuali

    Le disfunzioni sessuali sono caratterizzate da un'anomalia del desiderio sessuale, dalle modificazioni psicofisiologiche che caratterizzano il ciclo di risposta sessuale o da dolore associato al rapporto sessuale e causano notevole disagio e difficoltà interpersonali.

    Leggi tutto

  • Di cosa mi occupo:

    Disturbi della personalità

    Tali disturbi non sono caratterizzati da specifici sintomi come ad esempio nel caso della depressione o dell'ansia ma dalla presenza di alcune caratteristiche rigide della personalità, che può essere definita come il modo in cui ciascuno di noi a partire dal proprio temperamento innato si relaziona agli altri e al mondo.

    Leggi tutto

La tua mente è come questa acqua amico mio,
quando viene agitata diventa difficile vedere,
ma se le permetti di calmarsi la risposta appare chiara

Attacco di Panico: Cos'è

Un attacco di panico è un’improvvisa ed intensa manifestazione di ansia che assale l'individuo inaspettatamente, durante il quale presenta almeno quattro tra i seguenti sintomi: palpitazioni, capogiri, sudorazione eccessiva, tachicardia, sensazione di soffocamento, tremore, brividi, dolore al petto. Tali manifestazioni sono accompagnati dalla paura di avere un'infarto o di soffocare.
Gli attacchi di panico si possono manifestare nelle situazioni più disparate, ad esempio durante il pranzo con la famiglia; mentre l'individuo guarda la tv, comodamente a casa; sotto la doccia.

Ciascun individuo può avere sperimentato nella vita un singolo attacco di panico, durante un periodo particolarmente stressante. L’8% di coloro che si rivolgono alle strutture di pronto soccorso presentano attacco di panico.

Leggi tutto

Cosa fare se un nostro familiare soffre di attacchi di panico

E’ molto difficile per familiari e amici poter aiutare un soggetto con attacchi di panico.
L’individuo colpito da attacco di panico, vivendo questa terribile esperienza, sperimenta la sensazione che la sua vita non sarà più come quella di prima. Dopo il primo attacco di panico, sviluppa la paura che un nuovo attacco di panico possa ripetersi finendo per vivere in uno stato di allerta continuo.Tale condizione porta l’individuo a modificare le sue abitudini di vita e ad avere problemi lavorativi, ad evitare di partecipare a feste e pranzi familiari, ad avere paura di guidare; in alcuni casi anche ad uscire di casa.
E’ molto difficile stare vicino ad un soggetto con attacchi di panico e tentare di aiutarlo. Familiari ed amici manifestano frustrazione e sofferenza nei tentativi nulli di aiutare l’individuo con attacchi di panico.

Leggi tutto